L'allenamento dei portieri: ecco come si mettono in forma

Intervista all'allenatore di portieri Jens Abrams

Il portiere riveste un ruolo chiave nel calcio. Jens Abrams ci svela come un portiere riesce a prepararsi in maniera ottimale in vista delle partite. Scoprirai inoltre tutta una serie di esercizi mirati!

Portiere para un pallone saltando

L'allenamento per portieri nel calcio: come migliorarsi in maniera mirata

Lo scopo dell'allenamento per portieri è imparare le tecniche e assimilarle finché diventano automatiche. Come si fa ce lo spiega un esperto in materia: l'allenatore di portieri Jens Abrams.

L'esperto: l'allenatore di portieri Jens Abrams

L'allenatore Jens Abrams
Jens Abrams allena portieri per passione.

Alla tenera età di sette anni, Jens Abrams già giocava per il V Grün Weiss Rheine. Dopo la sua carriera da giocatore, ha ottenuto la licenza Allenatore di Base UEFA B e si è preparato per poi diventare allenatore di portieri. Grazie alla sua esperienza lavorativa all'Arminia Bielefeld (seconda Bundesliga) e al VFL Osnabrück (terza Bundesliga), così come alla DFB (la Federazione calcistica tedesca) in quanto preparatore, ha acquisito una preziosa esperienza in materia.

Oggi Jens Abrams allena i portieri in piccoli gruppi composti da quattro persone al massimo. Sul suo sito web torwart-kids.de (in tedesco) e sul suo blog (in tedesco), offre consigli utili per l'allenamento di portieri per bambini. Il suo motto è: "Per me, l'allenamento per portieri consiste nell'allenare la coordinazione, la tecnica e la forza."

Portiere in azione
L'allenamento per portieri include esercizi per la coordinazione, la tecnica e la forza.

Perché è importante un allenamento specifico per portieri?

Quando gli viene chiesto come mai è importante un allenamento specifico per portieri, Jens Abrams fornisce una risposta molto chiara: "Il ruolo del portiere è fondamentale nel calcio. Non si tratta semplicemente di tuffarsi e parare. Forse era così in passato, ma oggi ci si aspetta molto di più da un portiere. Infatti, il portiere è il primo giocatore alla base della ricostruzione del gioco. Può velocizzare il gioco e deve anche conoscere le tattiche di base. In modo da poter prendere decisioni ottimali velocemente, ha bisogno di migliorare abilità quali la velocità di reazione e sviluppare diversi processi automatizzati. Ecco perché è necessario un allenamento specifico per portieri."

Mani di un portiere trattengono il pallone
Reagire velocemente ed automaticamente, un'abilità che viene sviluppata nell'allenamento per portieri.

L'allenamento per portieri è un complesso allenamento individuale

Queste pretese richiedono una preparazione specifica e mirata. Di conseguenza, è importante che l'allenatore dei portieri riesca a rispondere ai suoi allievi in maniera individuale: "Ci si allena in piccoli gruppi. Personalmente alleno un massimo di quattro portieri alla volta", spiega Jens Abrams.

Il vantaggio che ne deriva è che ci si concentra sulle abilità e sui bisogni del portiere: "Grazie al numero limitato di portieri coinvolti nell'allenamento è possibile dare un feedback più dettagliato e individuale. Inoltre si stabilisce automaticamente una relazione più profonda tra i partecipanti. L'allenamento per portieri non è complesso dal punto di vista delle tattiche di gruppo, ma è un complesso allenamento individuale, perché ogni portiere è diverso dall'altro."

Inserzione

Contenuti e struttura dell'allenamento per portieri

Come strutturare un allenamento per portieri? Quali esercizi sono necessari? Ci risponde il nostro Jens Abrams.

Contenuti: coordinazione, tecnica e forza

"Personalmente credo che sia fondamentale allenare la coordinazione, la tecnica e la forza", spiega l'allenatore di portieri.

Per quanto riguarda gli esercizi, ecco il suo consiglio: "Gli esercizi dovrebbero essere complessi nell'ambito della coordinazione, ma devono essere utili anche per la tecnica. Bisogna anche allenare la forza: questo aspetto può essere tranquillamente integrato negli esercizi."

Un portiere in porta
I contenuti dell'allenamento vengono adattati al portiere in questione.

La struttura tipica dell'allenamento

"La mia sessione d'allenamento consiste in tre pilastri", spiega Jens Abrams:

  • Riscaldamento: "Il riscaldamento include un esercizio di corsa e coordinazione, così come alcune tecniche di passaggio e presa del pallone."
  • Parte principale: "Poi si lavora sul tema principale dell'allenamento. In questa parte, devi stare attento al feedback degli allievi. Se, per esempio, un portiere non si sente a suo agio con un determinato aspetto, cerco di affrontare il problema il prima possibile."
  • Parte finale: "Ancora una volta, la parte finale riguarda il tema dell'allenamento, ma mi piace anche che i portieri competano tra di loro in questa fase".
  • La creatività: come evitare di annoiarsi durante l'allenamento

    Se una sessione d'allenamento è troppo simile all'altra o se gli esercizi non sono molto vari, i portieri potrebbero annoiarsi presto. Jens Abrams "non conosce la formula magica" per contrastare questo rischio, ma con la giusta determinazione puoi variare i contenuti dell'allenamento e fare in modo che gli esercizi siano sempre diversi.

    Non bisogna affrontare ogni tipo di esercizio durante l'allenamento, come dice Abrams: "Ritengo che gli esercizi di stabilizzazione siano molto importanti. Tuttavia non li affronto durante l'allenamento: è il portiere che deve pensarci da solo." Durante l'allenamento, è importante dedicare tempo ad aspetti che il portiere non è in grado di allenare da solo.

    Di seguito un video di Francesco Rocco Zichella con alcuni esercizi di stabilizzazione utili anche per l'allenamento dei portieri:

    In quanto allenatore di portieri, Abrams ti consiglia anche di pensare fuori dagli schemi qualche volta: "Mi piace guardare altri sport o confrontarmi con altri allenatori. Può anche essere utile usare oggetti che usiamo nella vita di tutti i giorni per altri scopi. Non ci sono limiti alla creatività nell'allenamento per portieri."

    Esercizi di calcio per portieri

    Gli esercizi giusti sono fondamentali in qualsiasi allenamento di calcio. Abbiamo raccolto una serie di video pratici pensati in particolare per l'allenamento dei portieri e per sviluppare i requisiti che un portiere deve avere.

    Portiere fa una parata in salto
    Bisogna imparare a tuffarsi- allena i tuoi portieri con gli esercizi giusti.

    Riscaldamento

    Già a partire dalla fase di riscaldamento è importante tenere a mente le tecniche di base che un portiere deve dominare. Non è assolutamente necessario seguire sempre lo stesso schema.

    Di seguito un video con alcuni esercizi di riscaldamento per portieri:

    Puoi trovare altri esercizi utili anche su ideacalcio.net.

    Coordinazione

    Per allenare la capacità di coordinazione del portiere e quindi garantire una buona prestazione di gara, è necessario integrare esercizi specifici nell'allenamento. Idealmente si dovrebbe allenare la coordinazione all'inizio della sessione d'allenamento quando il portiere non è stanco.

    Ecco un video d'esempio:

    Qui invece ti mostriamo un video per migliorare la reattività:

    Tuffarsi

    Se il portiere non ha tempo di parare un pallone correndo, allora dovrà tuffarsi. Per eseguire una parata in tuffo, è necessario allenare i muscoli delle gambe, il salto, la mobilità e le tecniche di caduta in modo coordinato. Il portiere dovrebbe tuffarsi sempre in avanti per parare attivamente. È anche fondamentale sapere come cadere per minimizzare il rischio di infortuni.

    Inserzione

    In questo video dell'A.C. Chievo Verona, Lorenzo Squizzi spiega come tuffarsi per eseguire una parata.

    Il salto e la rapidità

    Il portiere deve anche allenare il salto e la rapidità. Con rapidità intendiamo la capacità di eseguire un movimento il più velocemente possibile. Per fare in modo che questo succeda, bisogna allenare la propria forza massima. Queste due componenti, la rapidità e la forza massima, sono prerequisiti necessari per avere una buona capacità di salto.

    Ecco un video di esempio per migliorare la propria rapidità e l'istinto:

    Di seguito un altro video sulla reattività dei portieri:

    Questo è un circuito utile per migliorare il salto:

    Allenare la forza mentale dei portieri

    Un bravo portiere non può però fare solo affidamento sulla forza e la tecnica. Un'elevata capacità di concentrazione e una giusta gestione degli errori sono fattori altrettanto importanti. Ecco perché abbiamo chiesto a Jens Abrams che cosa è importante tenere a mente nell'allenamento della forza mentale dei portieri.

    Preparsi mentalmente alla partita

    Jens Abrams spiega come ci si può preparare per una partita: "Credo che sia importante che ogni portiere si crei la propria routine di preparazione. Il proprio comportamento prima del giorno della partita è importante tanto quanto quello poco prima del calcio d'inizio. Fornire un programma di riscaldamento uniforme prima della partita sarebbe l'ideale. Questo dovrebbe aiutare il portiere a mantenere la concentrazione. Tra la fase di riscaldamento e l'inizio della partita, si possono anche eseguire corti esercizi mentali perché il portiere sia del tutto in partita."

    Portiere con pallone concentrato
    Anche gli esercizi mentali svolgono un ruolo fondamentale nell'allenamento per portieri.

    La forza mentale durante la partita

    Il portiere deve mantenere i nervi saldi anche durante la partita. Conoscere e ricorrere alle giuste strategie mentali è sicuramente d'aiuto.

    "Capita di fare degli errori, per esempio se non sei abbastanza concentrato, o se hai delle aspettative troppo alte o semplicemente perché ti giudichi male", dice l'allenatore Abrams. "È umano, ma in quanto portiere devi essere consapevole del fatto che un errore di solito porta a subire un gol".

    Il portiere deve evitare di nascondere la testa sotto la sabbia dopo un gol: "Se hai fatto un errore, devi metterti il cuore in pace. Un errore può essere come le sabbie mobili. Non devi assolutamente dare troppo nella prossima azione, perché rischi un esaurimento nervoso. È importante recuperare la propria forza mentale tramite piccole azioni. Ripetiti che ce la puoi fare. In alcune situazioni è importante che il portiere si incoraggi da solo. Questo lo aiuterà a restare in partita o a tenere sotto controllo le situazioni 1 contro 1. Il portiere, più di tutti, deve essere al 100% in partita!"

    Per avere più informazioni al riguardo, leggi il nostro articolo sul mental coaching nello sport.

    I consigli di Jens Abrams

    Per essere un buon allenatore di portieri, non basta scegliere gli esercizi giusti e dare istruzioni in campo.

    Allenatore durante l'allenamento
    Un buon allenatore per portieri sa cosa vuole e aiuta i suoi giocatori a migliorare.

    "Avere le idee chiare"

    Secondo Jens Abrams, "l'allenatore di portieri deve avere le idee chiare e deve essere in grado di giustificare il suo punto di vista."

    "Fare gli esercizi nel modo corretto"

    Avere l'atteggiamento giusto è cruciale durante l'allenamento: "Per me non è importante quanto velocemente si eseguono gli esercizi. È molto meglio fare l'esercizio con calma e in modo corretto al 100% piuttosto che troppo velocemente e in maniera sbagliata. Si tratta di dare al portiere delle soluzioni a cui può ricorrere automaticamente durante la partita."

    Migliorare e divertirsi allo stesso tempo

    Allo stesso tempo è importante che il portiere non veda l'allenamento come una tortura, ma come un qualcosa che lo aiuterà a migliorare.
    "È importante per me che il portiere finisca l'allenamento con un buon presentimento per la partita", dice Abrams. "Certamente l'allenamento deve essere variegato e impegnativo, ma il portiere dovrebbe avere la sensazione di star migliorando. Mostragli che il processo in corso lo aiuterà a migliorare e lo preparerà per le sfide future. Un'ultima cosa: l'allenamento deve essere anche divertimento!"

    Ringraziamo di cuore Jens Abrams per l'intervista!

    Pallone e guanti sull'erba
    Finito l'allenamento, inizia la partita: in bocca al lupo dal team owayo!

    Puoi trovare tanti altri consigli e interviste sul calcio nella magazine owayo. Nell'intervista con l'allenatore Daniel Drißler, scopri come pianificare un allenamento di calcio correttamente, impara qualcosa di più sulla storia del calcio oppure leggi il nostro articolo sui migliori portieri del mondo.

    Scopri i migliori prodotti owayo per la tua squadra e crea le tue magliette personalizzate.

    Inserzione

    Foto: Crediti: ©gettyimages/Dmytro Aksonov; Immagine 1: ©gettyimages/©Jens Abrams; Immagine 2: ©gettyimages/Dmytro Aksonov; Immagine 3: ©gettyimages/ master1305; Immagine 4: ©gettyimages/ ilbusca; Immagine 5: ©gettyimages/ OSTILL; Immagine 6: ©gettyimages/ fatihhoca; Immagine 7: ©gettyimages/ CasarsaGuru; Immagine 8: ©gettyimages/ DragonImages